Prestazioni offerte dalle Cliniche dentali di Albania Dent

fix

Devitalizzazione dente

Chirurgia orale

Protesi dentale 

Terapia conservativa

Info.dati personali

Dentisti Albania - Turismo dentale in Albania

Ortodonzia

Endodonzia

Odontoiatria estetica​​

Chirurgia maxillo-facciale

Parodontologia

Implantologia

Sbiancamento dentale

Impianti dentali

​Igiene dentale

Chiamaci su WhatsApp

info@albaniadent.com

© 2016 By Albania Dent ​- Dentisti Albania - Turismo Dentale in Albania - Rruga Pavarsia, 2008 Durrës (vedi nella mappa) Tel: +39 3314041848

Dentisti Albania - Città di Durazzo (Durrës) Albania

Tratto da Wikipedia


Durrës ( pronuncia albanese:  [du: rəs] ; italiano : Durazzo , pronuncia italiana:  [durattso] ), storicamente nota come Epidamnos e Dyrrachium , è la seconda città più popolosa della Repubblica di Albania.

Fondata dai coloni greci di Corinto e Corfù sotto il nome di Epidamnos (in greco : Επίδαμνος ) intorno al VII secolo aC, la città si sviluppò essenzialmente per diventare significativa in quanto divenne parte integrante dell'Impero Romano e del suo successore l' Impero Bizantino . La Via Egnatia , la continuazione della Via Appia , iniziò in città e attraversò l'interno della penisola balcanica fino a Costantinopoli a est. Nel Medioevo fu combattuta tra bulgaro , veneziano e ottomano domini.

Dopo la dichiarazione di indipendenza dell'Albania , la città è stata la capitale del Principato di Albania per un breve periodo di tempo. Successivamente, fu annesso dal Regno d'Italia e dalla Germania nazista nel periodo trale due guerre . Inoltre, la città ha vissuto una forte espansione nella sua demografia e attività economica durante il comunismo in Albania .

Durazzo è servita dal porto di Durazzo , uno dei più grandi sul mare Adriatico, che collega la città all'Italia e altri paesi limitrofi. La sua attrazione più notevole è l' anfiteatro di Durazzo che è incluso nella lista provvisoria dell'Albania per la designazione come sito del patrimonio mondiale dell'UNESCO . Con una capacità di 20.000 persone, è il più grande anfiteatro della penisola balcanica .

Turismo dentale in Albania - Città di Durazzo - Posti da visitare

L'anfiteatro di Durazzo

L'anfiteatro di Durazzo è uno dei più grandi ed importanti monumenti di raro splendore che è sopravissuto dall'antica città. E' stato eretto nel II secolo a. C. Nel tardo Medio Evo venne abbandonato. Nel X secolo, una cappella ed un cimitero vennero costruiti sopra le sue aree e gallerie. Dalla documentazione si intuisce che l' Anfiteatro era molto vasto, con una capacità di 20.000 spettatori. Il suo diametro era molto più di 120 metri. Esso venne riportato alla luce nel 1966, per caso, mentre un cittadino scavava nel proprio giardino. Purtroppo soltanto un quarto dell'antica Dyrrachium è stata estratta a causa dei costanti terremoti che scuotevano la città.  

{
{

Il Museo archeologico di Durazzo

Il Museo archeologico della città di Durazzo, in Albania. Fu fondato nel 1951 dall’archeologo albanese Vangjeli Toci, si tratta del museo archeologico più grande del paese Il museo si trova vicino alla spiaggia e a nord del museo si trovano le mura bizantine del VI secolo, costruite dopo l'invasione visigota del 481.

La roccaforte della città di Durazzo

La Torre veneziana fa parte al Castello Bisantino di Durazzo, il qualle nel medioevo veniva considerato una delle fortezze più potenti del Adriatico. La Torre è stata ricostruita e ha preso la forma e l’imagine d’oggi, nella prima metà del XV secolo, quando Durazzo era occupata dai veneziani, La Torre ha una forma cilindrica con un diametro esterno di 9 m e altezza 9,6 m. La base ha la forma di un tronco del cono, il quale nella parte superiore ha una cornice di pietra. Il basamento è stato rivestito con lastre di pietra. 
L’unica sala della torre viene illuminata da 5 grandi finestre che servivano per i canoni ed è coperta da una cupola sferica costruita con mattonelle. Le mura hanno un spessore di 3,7 m e sono rinforzate con strati di legno . Lo spessore del muro e stato sfruttato per la costruzione delle scale interne che ti portano in terrazzo.

{

La Bella Di Durazzo - Bukuroshja e Durrësit

La Bella di Durazzo, anche noto come La Bellezza di Durazzo e La Bella Fanciulla di Durazzo,

Attualmente risulta essere il più antico ed importante mosaico mai scoperto su suolo albanese. Il mosaico, di forma ellittica, ritrae la testa di una donna su sfondo nero, circondata da fiori ed elementi floreali. È stato scoperto nel 1916 a Durazzo e dal 1982 si trova esposto al Museo storico nazionale albanese.


Il mosaico è stato realizzato nella seconda metà del IV secolo a.C. presso Durazzo, città allora nota come Epidamnos, al fine di decorare il pavimento di un lussuoso bagno privato; esso è stato scoperto nel 1916, durante la Prima guerra mondiale, quando Durazzo fu occupata dai soldati dell'Impero austro-ungarico. Durante i lavori dell'esercito austro-ungarico per la costruzione di fortificazioni, gli ingegneri militari si imbatterono in questo mosaico, il quale fu dissotterrato nelle fondamenta di una casa in un quartiere molto vicino all'attuale centro cittadino, alla profondità di 3,80 metri.

{

L'archeologo austriaco Camillo Praschniker si prese cura del mosaico, pertanto fu ben conservato. Nel suo libro Ricerche archeologiche in Albania e Montenegro (in tedesco: Archäologische Forschungen in Albanien und Montenegro), pubblicato a Vienna nel 1919 insieme ad Arnold Schober, Praschniker fu il primo a includere l'immagine di un mosaico, descrivendolo come capolavoro figurativo.

Dopo la fine della guerra, La Bella di Durazzo fu coperta e ne furono perse le tracce, fino al 1947, anno in cui fu riscoperta dall'archeologo durazzese Vangjel Toçi. È diventato largamente noto nel mondo della storia dell'arte solo dopo il 1959.

Nel 1982 il mosaico è stato accuratamente trasferito da Durazzo e posizionato nella sala principale delle antichità, nel Museo storico nazionale albanese, dove è tuttora esposto.

Le bellissime spiaggie di Durazzo

Le spiagge più belle di Durazzo sono tante e sarebbe bello poterle visitare tutte, per fare un tuffo nel mare splendido che le lambisce, ma il litorale è lungo oltre 6km e, pertanto, meglio focalizzare l’attenzione sulle spiagge più rinomate e frequentate. Due piccole spiagge di rara bellezza sono quelle di Bardhori e di Gjenerali. Si tratta di due piccole perle dell’Adriatico e in molti le reputano le più belle in assoluto.

 

La spiaggia di Golem e quella di Mali i Robit sono le più vicine al centro abitato e sono molto belle, soprattutto per la presenza di una bella pineta. La baia di Durazzo sembra essere una sorta di anfiteatro naturale, protetta dai venti e dalle intemperie: ottimo per chi desidera godersi il sole, il mare e la spiaggia incontaminata. Percorrendo il litorale si scopriranno anche altre spiagge, spiaggette e molte calette di bellezza inestimabile. Quello che rende particolare la costa di Durazzo sono proprio queste spiagge, che si susseguono e che sono sempre più ambite dai turisti provenienti da tutto il mondo e anche dagli albanesi delle città vicine.

{
{
Spiaggia Golem Durazzo
{
Web agency - Creazione siti web Catania